Topmenu

 

 

Fin dalle sue origini la nostra Parrocchia è stata caratterizzata da episodi di solidarietà verso gli elementi più deboli della nostra società cercando, per quanto possibile, di cogliere via via i bisogni più pressanti e urgenti degli elementi della nostra comunità.

Da prima vediamo la baracca-Cappella che, una volta dismessa, è usata per le attività parrocchiali e durante il periodo bellico è usata come mensa per i lavoratori della vicina fabbrica; il patronato costruito accanto alla casa-Cappella per la formazione e lo svago della nostra gioventù, l’asilo per i bambini, la Casa per gli Anziani, il Centro Parrocchiale e la Casa Alpina per un periodo di vacanza e, nello stesso tempo, di riflessione spirituale di ragazzi e famiglie.

Parlare di questi “strumenti” a disposizione della Comunità, significa risvegliare quei valori di solidarietà e di promozione umana che sono alla base della dottrina sociale della Chiesa: valori che in questa società sempre più consumistica ci stanno portando all’individualismo e al pragmatismo, invece con questi esempi di solidarietà e delle persone che le animano, le “strutture” sarebbero dei gusci vuoti e inutili.

Per una comunità viva invece, e che tale voglia mantenersi, questi “segni concreti” sono mezzi indispensabili per arricchire di altri importanti momenti di vita comunitaria, campi scuola, incontri formativi, sport, feste familiari, ecc., il cammino di fede e di preghiera di ogni persona.

La nostra Parrocchia può quindi dirsi fortunata di avere queste strutture e vive. Vediamone un breve profilo:

Dal 1955 l’asilo per nostri bambini è un’indiscutibile realtà ed è vissuto in un’ottica di crescita umana e spirituale. Affidando questi piccoli alle cure delle Suore del Divino Zelo, le famiglie sanno che i loro bimbi, oltre ad imparare a disegnare, a giocare e socializzare con i coetanei, coltivano i valori cristiani e quel senso del trascendente presente nella vita, che fanno parte della nostra cultura. Da parte loro, i genitori, attraverso l’asilo “Annibale di Francia”, trovano motivo di arricchire con incontri formativi la loro esperienza sulla corretta educazione dei figli e molte mamme, inoltre, sotto la guida delle suore hanno appreso a ricamare, a cucire e a lavorare artisticamente la lana ai ferri.

Due generazioni di persone quindi hanno potuto beneficiare del lavoro silenzioso e umile delle suore del Divino Zelo, che affiancano la Parrocchia anche in altre attività pastorali quali: portare l’Eucarestia agli ammalati e insegnare catechismo.

 

Alla fine degli anni sessanta, nasce l’esigenza di costruire in una località turistica una succursale della nostra Parrocchia, in modo che i ragazzi e le famiglie meno abbienti della nostra comunità potessero passare un periodo di vacanza a condizioni economiche accessibili. Il 2 giugno 1970 è inaugurato il soggiorno alpino Sacro Cuore in una località montana in provincia di Belluno: un piccolo paese chiamato Colle Santa Lucia, nella caratteristica val Fiorentina, che si trova nel cuore delle Dolomiti, tra i monti Pelmo e Civetta.

 

Alla prima finalità sociale, la Parrocchia aggiunse altre motivazioni: comprare quella casa di villeggiatura per farne un luogo d’incontro e di amicizia per l’intera a Comunità ma, soprattutto, farne un ambiente formativo-spirituale. Così negli ultimi dieci anni, oltre alle famiglie, si sono susseguiti a Colle i campi scuola dei ragazzi e dei giovani e di altri gruppi della parrocchia, vivendo importanti momenti educativi.

Il Soggiorno Alpino di Colle Santa Lucia, che da sempre si è retto autonomamente da un punto di vista finanziario, negli anni novanta richiedeva dispendiosi lavori di ristrutturazione e si è ritenuto più opportuno vendere l’ edificio per dedicarsi alle più urgenti necessità della comunità padovana.

Nel dicembre del 1976 è inaugurata la Casa per gli Anziani, denominata “La nostra piccola casa” e subito iniziò la sua attività accogliendo i primi ospiti: l’intera comunità sostenne l’iniziativa, creata per venire incontro alle necessità di fornire un alloggio sicuro per le persone anziane e bisognose. L’edificio è composto di otto appartamenti, due grandi e sei mini, ed è oggi totalmente occupato. Due di questi alloggi sono a disposizione della Curia Vescovile per Sacerdoti in pensione.

 

Nella parte inferiore dello stabile si trovano due ampi locali: uno è usato come sala riunioni e uno sarà usato come Ufficio Postale, per migliorare il servizio pubblico nella nostra comunità, aiutando così anche i quartieri di Altichiero e della Santissima.

Anche se è stato uno dei primi a esser edificato, il Centro Parrocchiale è stato l’ultimo a essere completato. Da quando, nel 1985, ha lasciato i locali del vecchio Patronato, presi in affitto dal Comune nel 1967 per usarli come succursale della Scuola Media “Morgagni” prima e “T.Vecellio” poi, la struttura ha trovato una nuova configurazione giuridica e ambientale, cercando di essere il punto di riferimento per tutti quei parrocchiani che desiderano vivere assieme momenti di svago e allo stesso tempo educativi.

La forma associativa che ne caratterizza l’organizzazione, oltre a consentire la più ampia partecipazione di tutti, vuol costituire un mezzo per il miglior coordinamento dei vari gruppi che operano nella Parrocchia, con le loro iniziative di carattere formativo e ricreativo.

Il Centro, quindi, cerca di favorire lo sviluppo di quei momenti di vita comunitaria, promuovendo e organizzando iniziative sociali, culturali, sportive e ricreative quali:

    - il ritrovo quotidiano per giovani con sala giochi e bar;

    - cinema per ragazzi durante il periodo invernale;

    - feste della comunità e sagra;

    - incontri culturali;

    - cassa sociale del Sacro Cuore;

    - ecc.

    Vasti sono gli spazi e le attrezzature di cui dispone il Centro Parrocchiale:

    - Piano terra: sala ritrovo con bar e giochi per ragazzi, sala biliardo, saletta per incontri e Ufficio del Vicario Parrocchiale;

    - Primo piano: sala capace di contenere centoventi persone per incontri e proiezioni, quattro aule per catechismo e Animatori ACR e Ufficio della Polisportiva S. Cuore;

    - Secondo piano: nove aule, di cui una attrezzata per incontri di preghiera.

    Il Centro Parrocchiale dispone, inoltre, di due campi di calcio con spogliatoi e docce, un campo di pallavolo e uno per il tennis.

Il Parroco è presente in ufficio parrocchiale

il martedì dalle 9,00 alle 11,00

e il venerdì dalle 9,00 alle 11,00 e dalle 15,30 alle 18,00

NUMERI UTILI:

Casa Canonica 049.600402                Parroco don Daniele 348.7444019

E-MAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orario festivo Sante Messe al Tempio

di mattina: alle ore 8.00 e alle ore 10.00
di pomeriggio: alle ore 18.30

 

Numeri di cellulare

Numeri utili don Daniele: 348 7444019 Diacono Luigi Marega: 328 1570221